L'idea

Un gruppo di artisti e professionisti crea le condizioni necessarie per rendere Caprauna, un’area bellissima dal punto di vista naturalistico, ma quasi del tutto spopolata, un posto nuovamente pieno di vita.

Uno scambio alla pari in cui i nuovi e i vecchi abitanti trovino un equilibrio tra quello che c’era e quello che ci potrà essere, tra la bellezza della vita a contatto con la natura e il supporto della tecnologia.

L’idea è anche di far diventare l’esperienza di CapraUnica un modello perseguibile in qualunque altra area. 

A Essaouira le capre stanno sugli alberi a Caprauna volano sopra L'Isola.


 

Se esiste il contrario di chi arriva in un posto bellissimo e lo colonizza costruendovi villaggi recintati per turisti in serie, quello siamo noi.

La nostra filosofia è piuttosto la totale integrazione tra l’esistente e il costruibile.

Vogliamo realizzare molte cose a passi decisi, ma in punta di piedi.
Crediamo nella bellezza e nel rispetto della natura.
Crediamo nella decrescita consapevole.
Crediamo che un’alimentazione sana e sostenibile ci faccia stare meglio col mondo, oltre che con noi stessi.
Crediamo che la tecnologia, usata in modo consapevole, possa aiutare l’uomo a vivere meglio.  

La Felicità

Forse è una delle domande più difficili a cui rispondere, ma noi stiamo provando a farlo da 2 anni con il progetto What is Happiness,  www.whatishappiness.org. Abbiamo realizzato circa 500 interviste in giro per il mondo, prodotto 2 documentari, creato una piattaforma web per la condivisione di video produzioni sulla felicità.

Insomma, il tema ci appassiona parecchio.

Tanto che a Caprauna vogliamo istituire l’Assessorato alla Felicità, poiché pensiamo che una comunità ha l’obbligo di creare ogni presupposto per essere felice. Abbiamo già trovato dei possibili candidati per questo ruolo.

e abbiamo anche già pensato al primo Festival della Felicità nel territorio della Val Pennavaire. 

 

Il Modello

L’obiettivo più vicino di CapraUnica è creare un flusso di persone intorno al

luogo.

Generare curiosità verso un posto di grande fascino, con le spalle appoggiate alla montagna piemontese, e lo sguardo che si perde nel mare di Albenga.

I primi “essere umani” che vogliamo avvicinare sono turisti amanti della natura, della vita rurale, dell’arte, con un pensiero alla decrescita, ma anche volontari che s’innamorano del progetto e infine coworker che occupino gli spazi a loro disposizione.

L’obiettivo finale è di ripopolare l’area con abitanti stabili.

Il processo è graduale.

 

  1. Si attirano turisti e residenti temporanei.

  2. Si crea la necessità di servizi di base.

  3. Grazie ai servizi di base si crea lavoro per i residenti.

  4. Si attiva un circolo virtuoso in cui all’aumentare del numero di persone aumenta anche la richiesta dei servizi.

 

E avere sempre più servizi significa che cresce l’economia

e con essa il numero di residenti.

 

 

 

Le forze in campo

 

KreativeCastlesrls

L’Isola di CapraUnicaAPS

Società nata per la gestione delle proprietà immobili acquisite nel progetto, per la gestione delle economie legate alle attività di Albergo sparso, Eventi culturali e di carattere Organizzativo.

Associazione di promozione sociale, nata per la promozione, la gestione e il mantenimento delle attività socio/culturali legate al progetto sul territorio di Caprauna.

Società immobiliare


  • Gestione immobili

  • Bandi per edilizia

  • Ripristino immobili

  • Albergo sparso

Associazione APS


  • Assessorato Felicità

  • Corsi / Eventi

  • Santuario

  • Progetti Agricoli

  • Progetti di recupero urbano / sociale

Facebook

logo

CapraUnica è un progetto di recupero e sviluppo in territori poco abitati.

Social

Progetto promosso da Kreative People srls Kreative People. Creative Commons 2016 Licenza Creative Commons
CapraUnica